Jan 052016
 
Dic 31 il 2015
Valuta questo
Michael DeLeon, a sinistra, e Greg Bourke 28 aprile 2015, a Washington, DC (Newscom / UPI / Pete Marovich)

Michael DeLeon, a sinistra, e Greg Bourke 28 aprile 2015, a Washington, DC (Newscom / UPI / Pete Marovich) Burke (a destra è stato un capo scout fino Vescovo della parrocchia lo ha respinto). Sono stati insieme per 33 anni e servito la parrocchia per 28 anni.

paula qui – lesbiche orgoglioso. Ho lasciato la Chiesa, ma io sono così entusiasta quando i cattolici sani e spirituali – come il personale del National Catholic Register (USA) difendere la dignità LGBTI. Questo è come Cristo! Questa è l’umanità (con o senza religione) al suo meglio. Se sei una persona LGBTI perseguitato in un paese “cristiano omofobo” – prendere il cuore. Dio / Creatore / Potere Superiore – ti ama! Felice Anno Nuovo 2016. L’articolo è a colori.

Editoriale di National Catholic Register per fine del 2015.

Come si vive attraverso di loro, è spesso difficile riconoscere veramente importanti, la storia cambia manifestazioni, eventi che toccheranno le generazioni future intimamente e profondamente. Molto probabilmente, però, la decisione della Corte Suprema del 26 giugno 2015, nella  Obergefell v. Hodges caso, che ha trovato il matrimonio omosessuale un diritto costituzionale, è uno di quegli eventi.

“La natura del matrimonio è che, attraverso il suo legame duraturo, due persone insieme possono trovare altre libertà, come espressione, l’intimità e la spiritualità. Questo è vero per tutte le persone, qualunque sia il loro orientamento sessuale, “La giustizia Anthony Kennedy ha scritto per la maggior parte 5-4.

Teologo morale cattolica Lisa Fullam fu colpito da “forza con” i quattro principi e le tradizioni della corte citato come base per la sua decisione “eco dottrina cattolica sul matrimonio”.

Come la chiesa formula una risposta a questa nuova realtà, ha suggerito, “un buon primo passo per dirigenti della Chiesa sarebbe ad applaudire la decisione della Corte alla luce della sua sovrapposizione con i valori cattolici … e prendere nota del potente spirito di amore e di impegno vivificante i matrimoni gay e lesbiche e matrimoni diritti. “

Il tribunale diviso, però, riflette divisioni nella nazione. Il giorno della decisione,  NCR  ha riferito che la risposta politica e religiosa  corse la gamma dalla disperazione e rabbia esultanza.

Email-ad_NCRxmas.jpg
Ordinare un abbonamento regalo a NCR, e ci buttiamo in un qualcosa in più per te!  Per saperne di più.

“Oggi, l’amore ha prevalso e la nostra nazione è diventata un’unione più perfetta,” ha scritto Sarah Kate Ellis, presidente di gay e lesbiche gruppo anti-diffamazione GLAAD. “#LoveWins,” Twittato il presidente Barack Obama.

Il presidente della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti, l’arcivescovo Joseph Kurtz di Louisville, Ky., Ha definito la decisione “un tragico errore”. Il vescovo Richard Malone di Buffalo, NY, si è dichiarato “amaramente deluso”.

La decisione del tribunale non ha sorpreso Philadelphia Charles Chaput Arcivescovo, ha detto. “La sorpresa arriverà”, Chaput ha continuato, “come persone comuni cominciano a sperimentare, in prima persona e dolorosamente, l’impatto dell’azione di oggi su tutto ciò che pensava che sapevano sul matrimonio, la vita familiare, le nostre leggi e le nostre istituzioni sociali.”

Marianne Duddy-Burke, direttore esecutivo di  DignityUSA, d’altra parte, ha celebrato “l’aumento della giustizia che questo uscieri al potere in” e ha rilevato che i cattolici erano in prima linea del movimento per l’uguaglianza del matrimonio. “Il nostro impegno per i valori dell’amore, della inclusione, la famiglia, e la giustizia hanno ispirato milioni di cattolici – sia dritto e LGBT. … E ‘meraviglioso vedere i veri valori della nostra fede e del nostro paese affermato oggi. “

Tra esuberanza e amara delusione si trova un vasto terreno di mezzo, i giorni normali che succedono l’evento storico che cambia, come abbiamo veramente cominciamo a vivere questa nuova realtà.

Resta da vedere se in questi giorni saranno dolorose come suggerisce Chaput o, come Arthur Fitzmaurice, direttore delle risorse per l’Associazione cattolica per la Pastorale lesbiche e gay, ha detto  NCR  26 giugno “, una possibilità per noi di allontanarsi dal dibattito politico a carico di un dialogo pastorale su ciò che significa essere LGBT e cattolico “.

Modifica della legge è stato un evento di una volta. Cambia tratta di popoli e delle comunità lentamente. Come la gente comune – e si spera vescovi cattolici – venire a conoscere più persone dello stesso sesso matrimoni, cuori e le menti cambieranno. L’accettazione sostituirà la paura.

Una coppia cattolico che possono – e fare – raccontare la storia dei benefici del matrimonio tra persone dello stesso sesso sono Greg Bourke e Michael DeLeon di Louisville. In una relazione impegnata per 33 anni (e sposati in Canada nel 2004), Bourke e DeLeon sono per tutta la vita cattolici praticanti e membri attivi di Nostra Signora di Lourdes parrocchia per 28 anni. Insieme, essi stanno alzando due figli. A detta di tutti, sono diventati di vitale importanza per la loro comunità.

Intervistato dal marzo scorso Huffington Post appena davanti alla Corte Suprema sono state sentite in  Obergefell  v.  Hodges, p Scott Wimsett, parroco di Nostra Signora di Lourdes, ha descritto Bourke e DeLeon come “amato e rispettato. … Vedete come si inseriscono in. “

I giornalisti si erano incontrati Bourke e DeLeon mentre stavano prendendo gli ordini e servire i pasti in una parrocchia frittura di pesce quaresimali.

“Sono solo brava gente”, ha detto Wimsett. “E questo è il tipo di cosa si tratta, non è vero?”

I tempi di questa storia è importante, perché Bourke e DeLeon erano attori di piombo nel caso della Corte Suprema.

Bourke e DeLeon avuto il suo matrimonio involontariamente spinto sotto i riflettori quasi quattro anni fa, quando Bourke ha perso la sua posizione di leader truppa scout a causa del suo orientamento sessuale. Bourke si era offerto volontario con la truppa sponsorizzata da sua parrocchia per otto anni, sei come un leader registrato. La sua estromissione è stato ampiamente riportato dai media locali, che ha portato la coppia a conoscenza del team legale di Louisville in cerca di attori di sfidare il divieto uguaglianza del matrimonio del Kentucky.

Bourke e DeLeon d’accordo, e, beh, la storia è stata fatta. Ma la storia non finisce qui.

Nel mese di luglio 2015, con il matrimonio omosessuale legale a livello nazionale, i Boy Scouts of America ha abrogato il divieto di capi adulti gay e Bourke riapplicato per la leadership con la truppa di suo figlio. Nel mese di agosto, è stato respinto di nuovo, questa volta non dai boy scout, ma dalla sua parrocchia.

Quando i boy scout ha alzato il relativo divieto di capi adulti omosessuali, ha incluso una disposizione per consentire unità sponsorizzato-chiesa di scegliere i leader locali a base di insegnamento della Chiesa. Bourke appreso che Kurtz di Louisville aveva ordinato i pastori di continuare il divieto di leader gay truppe parrocchiali.

“Il mio cuore è spezzato che la mia chiesa sarebbe ora presentare la barriera al mio ritorno al mio Boy Scout unità,” Bourke ha scritto sulla sua pagina Facebook.

Bourke e DeLeon sono fortunati, nel senso che sono solo parrocchiani e volontari. Loro mezzi di sussistenza non dipendono la chiesa istituzionale. Nel 2015, almeno 10 addetti Chiesa negli Stati Uniti hanno perso il lavoro a causa dell’orientamento sessuale. In quasi tutti i casi, questi sono stati i dipendenti che sono stati profondamente rispettati dalle loro comunità scolastiche e parrocchiali di lunga data. Nella maggior parte dei casi, il loro orientamento e anche i loro partner erano conosciuti dalla comunità. Essi non hanno avuto difficoltà fino a quando sono entrati i matrimoni civili.

NCR  è già agli atti sostenendo per politiche del personale della chiesa che garantiscano che i dipendenti possono entrare in matrimoni civili, legali, senza paura di perdere il posto di lavoro.


Correlati:  Editoriale: Il matrimonio gay non dovrebbe essere un impedimento lavoro


Oggi, affrontiamo un problema più fondamentale: Come faremo come chiesa vivere con i nostri fratelli e sorelle gay, lesbiche e transessuali? Siamo oltre l’orario di “amare il peccatore” luoghi comuni.

Alcuni leader cattolici hanno espresso la volontà di trovare un modo attraverso questo momento di cambiamento, riconoscendo che ogni cambiamento è difficile. Vescovo Gregorio Hartmayer di Savannah, in Georgia., Ha esortato la calma e la civiltà dopo la decisione 26 giugno, denunciando in anticipo “linguaggio velenoso o un comportamento vile contro coloro le cui opinioni diverse dalle nostre”. Egli ha osservato che la decisione “è in primo luogo una dichiarazione dei diritti civili e non una ridefinizione del matrimonio come insegna la Chiesa. “

Chicago Arcivescovo Blase Cupich chiesto “riflessioni mature e serene come andare avanti insieme”. Egli ha osservato che la saggezza della Chiesa cattolica è “radicata nella fede e una vasta gamma di esperienze umane”. Ha citato il Catechismo della Chiesa Cattolica che persone omosessuali “devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. Ogni marchio di ingiusta discriminazione nei loro confronti deve essere evitato “Continua.:

Questo rispetto deve essere reale, non retorica, e sempre rispecchiano l’impegno della Chiesa per accompagnare tutte le persone. Per questo motivo, la Chiesa deve estendere il sostegno a tutte le famiglie, non importa la loro situazione, riconoscendo che siamo tutti parenti, viaggio attraverso la vita sotto lo sguardo attento di un Dio amorevole.

Riflettente di questo momento di cambiamento, Cupich ha le sue sfide. L’arcidiocesi di Chicago è oggetto di due denunce depositate presso il Dipartimento dell’Illinois dei diritti dell’uomo e la Federal Equal Employment Opportunity Commission attinente ingiusto licenziamento sulla base dell’orientamento sessuale.

Bourke e DeLeon sono emblematici di questa grande sfida per la Chiesa di oggi, perché ci costringono a chiedere non come faremo a vivere una situazione ipotetica, ma come faremo a vivere con Greg e Michael. Essi danno la carne a un’astrazione.

Le risposte della chiesa sta dando ora sono confusi, irregolare e spesso crudele. Greg e Michael – e innumerevoli gay, lesbiche e transessuali cattolici – meritano di meglio.

Per i loro ruoli storici come attori nella  Obergefell  v.  Hodges  e per la loro testimonianza pubblica fedeli cattolici gay, chiamiamo Greg Bourke e Michael DeLeon  NCR s ‘persone l’anno per il 2015.

 Leave a Reply

(required)

(required)